fbpx

C’era una volta un borgo…
C’era una volta un castello…
C’era una volta un giardino… Il giardino di Alba, figlia minore di Raniero, conte dei Marsi.


Ogni mattino, al sorgere del sole, le stanze del castello risuonavano di vita ed Alba, dai lunghi capelli dorati, amava scendere dalle sue stanze e risvegliarsi al profumo di rose…

Un’amata zia, quando Alba era ancora bambina,  prima di lasciarla per sempre, le aveva donato un ciondolo, gioiello di famiglia, il ciondolo dell’Alchimia e l’eredità di accudire i fiori del giardino…

Da quel dì, ogni mattina, Alba, dai lunghi capelli dorati, con il ciondolo al collo, correva dai fiori del giardino e annusandone l’intenso profumo, godendo dei vividi colori… Ripeteva i versi d’addio, che la zia aveva recitato prima di volare via:


“Lontani mai saremo,
se i cuori vicini avremo:
il segreto è nell’Alchimia,
distanti, ma vicini… è la Magia!”


Non era a  conoscenza del grande potere che le era stato consegnato… Il ciondolo dell’Alchimia era un prezioso strumento di magia… aveva il potere di trasformare la tristezza in gioia, l’odio in amore… guai se fosse capitato in mani sbagliate…solo chi desiderava per gli altri cose belle poteva indossarlo e portare bellezza al mondo… di qui i versi che Alba amava recitare… :


“Lontani mai saremo,
se i cuori vicini avremo:
il segreto è nell’Alchimia,
distanti, ma vicini… è la Magia!

Vuoi prenotare la tua esperienza nel borgo? CONTATTACI

il giardino di alba
Il Bellissimo giardino di Alba
Translate »